Oro bianco, giallo, rosa: le differenze

Oro bianco, giallo, rosa: le differenze

Devi acquistare un prezioso oppure vuoi farlo realizzare? Scegliere tra oro bianco, giallo e rosa può non essere semplice. Ti aiutiamo noi!

L’oro è il metallo principe per i gioielli: se vuoi fare o farti un regalo importante, è il primo materiale che ti viene in mente. Non solo quello giallo, ma anche l’oro bianco e quello rosa sono in grado di creare oggetti spettacolari, che ci fanno innamorare nell’arco di un battito di palpebre. 

C’è chi ne preferisce nettamente uno rispetto all’altro e chi invece vorrebbe capire qual è quello più adatto per il regalo o comunque l’acquisto che ha in mente.

Differenze in effetti tra oro bianco, giallo e rosa ce ne sono: scopriamole insieme! 

In principio, fu l’oro

La storia dell’oro è davvero affascinante, anche perché accompagna per molti versi quella dell’uomo, facendo da co-protagonista nei momenti più importanti dell’umanità in genere e della vita di ognuno di noi.

I primi ad estrarre l’oro furono i popoli della Mesopotamia, conosciuti per il loro enorme ingegno. Questo materiale prezioso era utilizzato come prima cosa per offrire dei doni agli dei, che ne erano lusingati e quindi, nell’immaginario di queste popolazioni, avrebbero avuto per loro un occhio di riguardo.

Anche gli antichi Egizi erano mastri orafi: basta ricordare le bordature dei sarcofagi dei faraoni, tanto per fare un esempio. 

Fino all’avvento dell’oreficeria, come la conosciamo oggi, si conosceva solamente questo tipo di oro. Ma ci sono differenze sostanziali tra l’oro bianco, giallo e rosa. Che ora andremo a scoprire.

Oro bianco, giallo e rosa: l’importanza delle leghe

Sveliamo subito che l’oro bianco, giallo e rosa si ottengono tutti partendo dal metallo prezioso di base che è l’oro. Quello che cambia e che rende differente il colore è la tipologia di metalli con i quali l’oro viene “mescolato”: dalla lega appunto. 

L’oro puro è infatti troppo tenero per essere lavorato e ha quindi bisogno di unirsi con altri metalli per poter ottenere quei meravigliosi oggetti che oggi siamo abituati ad indossare alle dita, al collo, al polso. 

-       L’oro giallo è costituito da una lega di oro, argento e rame

-       L’oro bianco si ottiene mescolando insieme oro a 14 o 18 carati, nichel e palladio

-       L’oro rosa è costituito per un 75% da oro e per il restante 25% da rame.

E vuoi sapere di più? Non sono finiti qui i colori dell’oro!

Sempre in nome delle differenti leghe che si possono formare abbiamo anche l’oro rosso, verde, grigio, viola, blu, nero. Insomma, davvero per tutti i gusti.

All comments

Leave a Reply